11.3.10

INVITO A PALAZZO - Carlos Atoche

Domenica  28 marzo alle ore 19 nella galleria  "Whitecubealpigneto” verranno presentati i lavori di Carlos Atoche, un giovane artista peruviano uscito due anni fa dall’ Accademia di Belle Arti di Roma.

La mostra vuole essere un ironica rivisitazione di una collezione di un qualsiasi palazzo rinascimentale.
Allestire lo spazio della galleria come fosse una pinacoteca cinquecentesca ci diverte e ha la pretesa di far divertire il pubblico.

L’ironia che è la forza motrice di tutti i lavori di Carlos Atoche, unita al desiderio instancabile di creare ed  a una tecnica superba, formano un insieme che sicuramente ci sorprenderà.
Carlos Atoche nasce nel 1984 a Lima dove intraprende da bambino studi artistici fino al primo anno dell’Accademia Autonoma del Bellas Artes de Lima, quando decide di trasferirsi a Roma dove inizia gli studi presso l’Accademia di Belle Arti e ne ottiene il diploma di pittura con una tesi sulla Monnalisa.
Ha fatto diverse mostre a Roma e in Italia insieme ai suoi compagni e amici di sempre dell’Accademia. La mostra più significativa è anche citata nel testo del maestro Giampaolo Berto dal titolo “Luisa Demetria”.
Domenica 28 Marzo ore 19 vernissage della mostra
 “Invito a Palazzo” di Carlos Atoche
La mostra proseguirà fino al 30 Aprile.

Galleria Whitecubealpigneto
Via Braccio da Montone 93  Roma



Testo Critico del maestro Gian Paolo Berto


CARLOS

Ercole: fu il rappresentante tipico della straordinaria forza fisica e, attraverso le dodici fatiche, inizia la descrizione in simboli e parole; Carlos è un Ercole, assieme ai suoi colleghi Alberto e Antonio, sono veramente in senso allegoricho degli Ercole.

La loro esistenza piena di sacrifici per vivere e dipingere è esemplare. I grandi pittori, soprattutto i grandi pittori, ed io ne ho l'autorità per dire che Carlos, Alberto e Antonio sono grandi pittori.
Bisogna visitare l'esposizione per i 400 anni di Caravaggio per capire tutta la spiritualità e la bellezza della pittura di questi artisti.

Mi perdonerà Carlos se cito i suoi compagni di cordata, ma raramente ho assistito alla nascita di così grande pittura, grande incisione. In tempi passati voglio ricordare Vinicio Prizia, Carrano Cristiano  Romano, Paolo Puccinischi, Erlario Barone e tanti altri.
Il fruitore, il pubblico, scoprirà l'importanza della pittura di Carlos attraverso la sua opera, la pittura di Carlos, è anche insegnamento dei maestri del Rinascimento, è riconquistare veramente il nostro rapporto con la spiritualità dell'arte.

Carlos, amico carissimo, fraterno amico, sei un maestro, io sono solo un professore di tecniche dell'incisione, un vecchio professore che ha veggenza naturale per sapere e conoscere la vera pittura. Io pubblicherei il testo della vostra prima mostra "Luisa demetria".

Sono diventato vecchio caro carlos e mi commuove il fatto che tu mi abbia chiesto una presentazione che non so fare ti lascio un verso di Saba che dice: "tutto è bello, anche l'uomo e il suo male, anche in me quello che m'addolora".


Luisa demetria

no, Luisa demetria non esiste,
ma ha finalmente deciso di farsi conoscere, di esporsi.

si, vi sorriderà, anzi vi urlerà in faccia tutta la sua
forza, se saprete ascoltarla, ma no, non cercatela per
stringerle la mano.

Discreta e schiva verso chi non si fida,
muta o assordante,
invisibile ma presente,
inebria e sconvolge,
si concede e corrompe solo i Giusti.

Quando cala notte insonne
e il Tempo non vuole dormire

Quando i Demoni giocano in Paradiso
e gli Angeli litigano all'Inferno

Quando gli scontri producono valore
e le contraddizioni si sciolgono l'armonia

Quando il figurativo si confonde con l'astratto
quando il naturalismo è bestiale,
e il bestiale è sublime,

Quando il mondo sta comodamente in una sola stanza,
e in quella stanza
la musica è rumore
e il rumore è lavoro
e il lavoro è creazione

Quando due artisti ringraziano la vita,
mettono in gioco la loro
e gli amici godono
e i passanti si fermano

Quando una gallerista decide di esporre due sconosciuti,
eccolo lì, e solo lì
c'è Luisa Demetria.
No, Luisa Demetria non esiste ma vi dà il benvenuto, ha
finalmente deciso di farsi conoscere, di esporsi.




                                                                                        GIAN PAOLO BERTO