2.4.13

G G Son of the South P R Comunicato stampa

G       G 
Son of the South 
P      R

Gianfranco Grosso vs Paul Russotto 

 Testo critico di Alan Jones


 L'idea della mostra nasce da desideri ed esigenze profonde, prima fra tutte quella di testimoniare e far emergere la forza e l’eredità di una generazione passata su quella presente, con un'opera del maestro Paul Russotto scelta con perspicacia e precisione da Gianfranco Grosso. 

 Una sottrazione, quella dell'artista più giovane, indirizzata al riconoscimento del percorso artistico legato alla storia che produce un aspetto totalmente spiazzante.

 Due artisti che si affrontano e che dichiarano la portata emozionale di entrambi. 

 Il gesto primario del creare frecce semantiche li accomuna in un rituale di rispetto reciproco dove il creare genera evoluzione.

 Son of the South è l’anello di congiunzione convenzionale che richiama al senso di appartenenza ad un ordine.




English version






G      G
  Son of the South 
 P      R

Gianfranco Grosso vs Paul Russotto

Critical text by Alan Jones

The idea of the exhibition comes from deep desires and needs, first of all to bear witness and to bring out the strengths and the inheritance of a past generation on the present one, with a work by the master Paul Russotto choice with perspicacity and precision by Gianfranco Grosso.

A subtraction, the artist's younger, addressed to the recognition of the artistic path linked of the history that produces a totally surprising.

Two artists who confront each other and that declare the emotional state of both.

The primary gesture of creating arrows semantic unites them in a ritual of mutual respect where the create generates evolution.

Son of the South is the conventional link that invokes the sense of belonging to an order.